Vignoni Alto

Un antichissimo castello che domina la Val d'Orcia

Il borgo fortificato di Vignoni

Vignoni, noto anche come Vignoni Alto, è un piccolo aggregato di edifici di epoca medievale tra i quali spiccano l'antica torre, la cui parte sommitale è andata perduta, e la chiesa di San Biagio. Vignoni si può raggiungere sia provenendo da San Quirico d'Orcia, attraverso la Strada Comunale di Ripa d'Orcia, sia da Bagno Vignoni, percorrendo la Strada di Bagno Vignoni. Entrambe le vie di accesso sono strade di campagna mantenute in ottimo stato dall'amministrazione locale e sono estremamente invitanti per chi desideri praticare del trekking a piedi, a cavallo o in mountain bike. Dall'agriturismo Le Querciole si impiegano circa dieci minuti a piedi. Ammirato il paesaggio eccezionale si può decidere se proseguire in direzione nord alla volta di San Quirico d'Orcia, oppure verso sudovest per raggiungere il castello di Ripa d'Orcia.

Vignoni Alto visto dai vigneti dell'agriturismo

Il castello di Vignoni: la storia e il presente

L'edificazione di Vignoni, in origine un possedimento dell'Abbazia di Sant'Antimo, risale al secolo XI. Nel corso del secolo successivo divenne un possedimento della famiglia dei Tignosi, signori di Tintinnano - l'odierna Rocca d'Orcia - e vassalli dei conti Aldobrandeschi di Santa Fiora il cui dominio si estendeva su gran parte della Toscana meridionale. A cavallo fra il 1200 ed il 1300 Vignoni e le terre limitrofe furono sotto il controllo della Signoria dei Salimbeni, fieri avversari dello Stato di Siena. Solamente sul finire del XIV secolo, dopo ripetuti tentativi e con il decisivo aiuto di alcuni congiurati, la potente Repubblica di Siena riuscì a conquistare la roccaforte di Tintinnano ed i territori, tra cui il borgo fortificato di Vignoni, che da questa dipendevano.
Oggi come si presenta Vignoni? Giunti nel piccolo borgo si nota subito il profilo massiccio della torre, la cui parte sommitale un tempo svettava più in alto costituendo un formidabile punto di osservazione. A ridosso delle mura sorge la piccola chiesa romanica di San Biagio nelle quale si trovavano un fonte battesimale successivamente trasferito nella Collegiata di San Quirico ed un crocifisso bronzeo opera del Giambologna, adesso custodito nel Museo Civico e Diocesano d'Arte Sacra di Montalcino. Dalla porta di ingresso delle mura, ben conservata, si gode di un'eccezionale vista sulla Val d'Orcia e probabilmente del miglior punto di osservazione per scattare foto panoramiche della dirimpettaia Rocca di Tentennano: da raccomandare agli amanti del bel paesaggio ed agli appassionati di fotografia.

Mappa itinerario Vignoni Alto - Agriturismo Le Querciole

Itinerario verso Vignoni Alto

Più che di un itinerario si può parlare di una breve passeggiata (10 minuti procedendo senza un passo particolarmente spedito), da consigliare senza esitazioni agli amanti della fotografia paesaggistica: dalla porta nelle antiche mura si può ammirare una vista tra le più emozionanti sulla Val d'Orcia.

Torre mozza di Vignoni Alto

La torre di Vignoni

La torre mozzata, testimonianza del ruolo strategico dell'insediamento in età medievale, ha pianta rettangolare e si caratterizza per la forte scarpatura del profilo. La parte sommitale presenta un cordone ed una piccola apertura su ogni lato.


Distanza Vignoni Alto - Le Querciole

MezzoDistanzaTempo
Auto650 metri3 minuti
Bicicletta650 metri4 minuti
A piedi650 metri10 minuti

In breve

  • Localizzazione: località nel comune di San Quirico d'Orcia, in provincia di Siena.
  • Coordinate: N 43.036595 E 11.608311
  • Altitudine: 480 metri sul livello del mare.
  • Tempo di percorrenza: 10 minuti a piedi dall'agriturismo.
  • Panorama: ampia e suggestiva vista sulla Val d'Orcia.
  • Trekking: località molto indicata per gli amanti delle escursioni.